Servizi marittimi

Immatricolazione delle imbarcazioni

Il registro maltese delle imbarcazioni è il terzo registro mondiale per grandezza ed è cresciuto esponenzialmente nel numero di navi registrate. Le leggi marittime maltesi sono state rafforzate negli anni per rispondere ai diversi registri di imbarcazioni per uso domestico e commerciale incluso il registro delle piccole imbarcazioni, e ha mantenuto il passo degli sviluppi internazionali e aderito alle convenzioni marittime internazionali.

La nostra società assiste i clienti fornendo i servizi necessari per le formalità di immatricolazione di un’imbarcazione su Transport Malta e di acquisizione di una bandiera di La Valletta per tale imbarcazione.


Regime IVA

La normativa europea sull’IVA richiede che gli yacht da diporto che viaggiano in acque territoriali europee paghino l’IVA. Malta ha sviluppato nel corso degli anni un vantaggioso regime IVA delle strutture di leasing che facilita la possibilità di attuare un basso regime IVA per uno yacht da diporto nell’ambito di un quadro legislativo accettato in tutti gli stati membri europei.

Vantiamo alcuni anni di esperienza in questo campo, avendo attuato le soluzioni necessarie per un regime IVA basso per yacht da diporto di qualsiasi dimensione.


Imposta annuale sul tonnellaggio

La normativa maltese richiede il pagamento di un’imposta annuale sul tonnellaggio da parte di tutte le imbarcazioni immatricolate a Malta. Dietro pagamento di questa tassa, viene rilasciato un certificato annuale di immatricolazione per l’imbarcazione in questione e valido per un anno a partire dalla data di rilascio. La nostra società può assistervi nelle trattative con Transport Malta e gestire i calcoli e il pagamento dell’imposta sul tonnellaggio, può inoltre presentare i documenti necessari per mantenere qualsiasi imbarcazione registrata a Malta in regola, incluse le imbarcazioni commerciali registrate.

superyacht


Ammissione temporanea

La normativa europea sull’IVA permette l’ammissione temporanea di yacht da diporto posseduti da cittadini non UE e che non hanno bandiera europea per viaggiare liberamente in acque territoriali europee per un periodo di diciotto mesi dal primo ingresso in tale territorio.

Supponendo che Malta sia il primo paese in cui entra un’imbarcazione di questo tipo, sarà possibile fare una procedura di ammissione temporanea. La nostra società vanta un’esperienza pluriennale nel gestire le formalità richieste dall’ammissione temporanea di queste imbarcazioni non registrate in UE nelle acque territoriali europee, e la loro eventuale esportazione ai sensi di legge.

Facebook Twitter Google+ Pinterest
×

Log in

Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.
Ok Decline